Ipoacusia, sentire poco aumenta rischio demenza

Ipoacusia, sentire poco aumenta rischi demenza.   Sentire bene, anche a un’età avanzata, mantiene giovane il cervello. In Italia oggi vivono 8 milioni di persone affette da ipoacusia. Sono persone che non hanno perso l’udito ma iniziano ad avere difficoltà ad afferrare i suoni e smarriscono così piano piano il contatto con gli altri. Il…

Dettagli

Acufene: a che punto è la ricerca?

  L’acufene è un disturbo molto diffuso ed estremamente fastidioso, che colpisce circa il 10% della popolazione italiana. Fischio alle orecchie, tinniti, ronzii dalla provenienza ignota infastidiscono chi ne soffre con frequenza più o meno costante, fino a condizionare il normale svolgimento delle attività quotidiane. Il disturbo, inoltre, è piuttosto complesso, dal momento che può…

Dettagli

Screening uditivo neonatale

Risale a pochi mesi fa la firma da parte del governo italiano per l’inserimento dello screening uditivo neonatale all’interno dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza): la lista delle prestazioni mediche garantite dal servizio sanitario nazionale in forma gratuita o tramite ticket. Lo screening, infatti, è diventato obbligatorio dopo moltissimi anni di lotta e attesa per…

Dettagli

Il traffico stradale è la più grande fonte di inquinamento acustico in Europa

100 milioni di persone esposte al rumore Secondo il briefing “Managing exposure to noise in Europe” pubblicato oggi dell’ European environment agency (Eea),  l’inquinamento acustico resta un grave problema per la salute ambientale in Europa, con i trasporti che sono una delle principali cause e con il rumore del traffico stradale che è la principale…

Dettagli